Firma cloud, la nuova soluzione di firma per tutti

Firma cloud, la nuova soluzione di firma per tutti

Firmare i documenti ovunque e in qualsiasi situazione

Che la firma digitale stia acquisendo un ruolo sempre più importante, sia per aziende private sia per pubbliche amministrazioni, è sotto gli occhi di tutti.

Considerata a tutti gli effetti un obbligo normativo, la firma digitale è alla base di un irrefrenabile processo di digitalizzazione che mira, oltre all’abbattimento di costi, ad una maggiore efficienza e velocità dei processi.

Gli strumenti di dematerializzazione sono sempre più richiesti dal mercato stesso, soprattutto per il loro potenziale e per la facilità con cui si adeguano alle varie necessità d’impiego.

Le firme cloud

Tra i tanti strumenti di dematerializzazione che quotidianamente utilizziamo, infatti, si fa sempre più facendo spazio la firma cloud.

Si tratta di firme digitali che, tramite app su smartphone, vi consentono di firmare dovunque e in qualsiasi situazione vi troviate! Non vi serviranno chiavi Usb o smart card!

Come se non bastasse, nelle versioni con funzionalità aggiuntive potrete sia firmare sia gestire i flussi documentali anche da remoto. Insomma, una rivoluzione a tutti gli effetti!

Come si firma in cloud?

Per poter mettere un autografo del vostro nome e cognome su un documento – se parliamo di firma qualificata, occorre essere in possesso di un certificato di firma emesso da una Certification Authority. Si tratta di un certificato che consente di firmare con valore legale qualunque documento elettronico.

Come si ottiene un certificato di firma?

Per ottenere il certificato è necessaria, ovviamente e in maniera preventiva, la vostra verifica certa (un normale riconoscimento), effettuando online la procedura di riconoscimento, è quindi necessario che voi abbiate una webcam o uno smartphone.

Di conseguenza, per garantire che la tua firma in cloud possa essere inserita solamente da te, devi naturalmente attivarne il controllo esclusivo dal tuo dispositivo – e nel nostro caso il tuo numero di telefono (MSISDN).

In sintesi, la firma sta evolvendo secondo alcune precise tendenze: si sta emancipando dal token e diventa sempre più “mobile”, si arricchisce di nuove funzionalità, quali la georeferenziazione, si integra con le applicazioni già esistenti nelle organizzazioni e permette di lavorare in modo più smart superando i perimetri aziendali.

Ma c’è un’ulteriore evoluzione che impatterà a breve su quello che potremmo definire il DNA della firma digitale: la sua globalizzazione.

Basandosi su protocolli di comunicazione standard riconosciuti a livello cross-nazionale, la firma digitale può infatti diventare completamente interoperabile, ossia tecnicamente riconosciuta e utilizzabile da chiunque nel mondo, grazie all’ eIDAS.

Anche con questo obiettivo che, circa un anno fa, è nato il Cloud Signature Consortium, un organismo internazionale, guidato da Adobe, impegnato proprio nella definizione di nuovi standard aperti, in ambito web e mobile, per le firme digitali remote e in cloud.

Quali saranno gli effetti di questa ulteriore evoluzione?

Le pubblicheamministrazioni, giacché pioniere nell’uso della firma digitale, sono paradossalmente rimaste legate ai dispositivi fisici come token e smart card: per loro, passare ad una firma in cloud completamente interoperabile (senza sforzi d’implementazione perché integrata nativamente negli applicativi già in essere) significherà compiere un ulteriore e significativo passo avanti verso la loro completa trasformazione digitale.

Per le imprese private, la grande opportunità – oltre a quella di raggiungere la cosiddetta operational excellence, ossia l’efficientamento delle operazioni interne – è l’attuazione di politiche di customer centricity a più ampio raggio, con la possibilità di individuare opportunità di business sui propri clienti anche a livello internazionale.

Insomma, la firma digitale continua a crescere per diffusione, utilizzo e maturità di soluzione. E, insieme a lei, continuano a crescere i benefici di chi la sceglie non “solo” per firmare, ma anche per gestire qualunque processo approvativo e autorizzativo avendo tutte le pratiche sempre sotto controllo su computer, telefono e tablet.

Qui in Aliaslab sta nascendo IDSign Flow, carica il documento, seleziona i firmatari, aggiungi i campi firma e…IDSign Flow si occuperà del resto. Stay tuned!







È una questione di fiducia! Leggi la nostra informativa sulla privacy e scegli i consensi che desideri rilasciare ad AliasLab. Potrai sempre cambiare idea scrivendo a privacy@aliaslab.net*

Vorremmo scriverti via e-mail o contattarti al telefono per aggiornarti su novità e offerte commerciali di Aliaslab.

Sono d'accordo

Vorremmo condividere i tuoi contatti con le altre società del Gruppo TeamSystem e con i suoi partner, per aggiornarti su novità e offerte commerciali.

Sono d'accordo

Vorremmo inviarti le nostre newsletter per aggiornarti sulle ultime pubblicazioni del nostro blog e offerte commerciali.

Sono d'accordo