Iliad, Ho., Kena: i nuovi protagonisti della telefonia mobile


Il 2018 è stato sicuramente l’anno di una nuova primavera del settore


Il 2018 verrà di certo ricordato come l’anno in cui sono sbarcati sul mercato italiano diversi nuovi servizi di telefonia mobile.
Li conoscerete tutti, o comunque quasi. C’è chi martella con pubblicità che ti entrano in testa, chi apre corner in tutta Italia, chi effettua un guerrilla marketing a tappeto con volantini e brochure.

Tutto ha inizio intorno a maggio: a causa della fusione tra Wind e 3 Italia, infatti, nel mercato italiano della telefonia mobile si è liberato un posto libero.

Prima fra tutte ad inserirsi in questo spazio è stata Iliad, compagnia telefonica attiva nel mercato francese con il brand Free Mobile.

Così come accade in territorio transalpino, anche in Italia Iliad si distingue per l’approccio decisamente low-cost, con tanto di slogan che citano il tanto pericoloso “per sempre”.

Tanto per fare un esempio, il brand Free Mobile è stato il primo operatore in Francia a garantire il 4G gratuito ai propri clienti.

Oltre ad Iliad, gli altri operatori virtuali che stanno facendo parlare maggiormente di sé, soprattutto per le offerte particolarmente vantaggiose, sono Ho. Mobile e Kena Mobile.

Cos’è Iliad?

Come appena detto, quindi, Iliad è una società francese, con sede a Parigi, fondata da Xavier Niel nel luglio del 2007. L’azienda ha comprato le prime frequenze 3G nel 2009 e le prime frequenze 4G nel 2011.

Sin dal momento della sua creazione, Iliad si è contraddistinta per offerte molto vantaggiose e in netta contrapposizione con i costi degli altri operatori, raggiungendo in pochi anni quota 11 milioni di utenti francesi.

Kena Mobile e Ho. Mobile: gli altri operatori virtuali disponibili in Italia

Per chi non lo sapesse, in telefonia è considerato operatore virtuale una società che fornisce servizi di telefonia mobile senza possedere alcuna licenza per il relativo spettro radio né necessariamente avere tutte le infrastrutture necessarie per fornire tali servizi.

Recentemente è entrata nel mercato anche una nuova azienda, Kena Mobile, operatore di telefonia italiano low-cost associato a Telecom, che appoggia la propria rete su TIM e di conseguenza punta a fare della propria capillarità il suo punto forte.

Ho. Mobile, invece, è il nuovo operatore gestito da Vodafone, nato anch’esso per contrastare Iliad e le sue offerte.

Vodafone dunque ha sferrato, senza mezzi termini, l'attacco ad Iliad e non solo. Il nuovo brand virtuale, realizzato dall'operatore rosso, si è presentato al pubblico proponendo offerte decisamente inferiori rispetto a quelle fatte dalla stessa Vodafone con i suoi clienti odiernamente.

Il motto del nuovo operatore virtuale di telefonia mobile è "ho. tutto chiaro", dalle cui prime due parole nasce appunto il logo. Appartiene alla società Vei, che altro non è se non l'acronimo di Vodafone Enabler Italia, società controllata proprio da Vodafone.

Come per Iliad, anche con Ho. Mobile e Kena Mobile è possibile realizzare la portabilità del proprio numero direttamente in fase di acquisto. Inoltre, è anche possibile acquistare una nuova SIM e poi successivamente, una volta attivata, realizzare la portabilità del proprio numero principale proprio su quella stessa SIM. Aliaslab ha curato la fase di Onboarding degli utenti fornendo la sua soluzione di IDOnboard. Semplice, veloce e con basso tasso di errore!

Insomma, grazie all’avvento nel mercato di queste “nuove” compagnie, l’intero settore della telefonia mobile sembra proprio che stia vivendo una nuova primavera… sono già milioni, infatti, le persone che hanno deciso quantomeno di provare ad iscriversi.

Sui risultati pratici è sicuramente ancora troppo presto per pronunciarsi… tuttavia, meglio concludere con un classico “Ai posteri, ovviamente, l’ardua sentenza” e attendere che i clienti, vero ago della bilancia del mercato, diano i propri responsi!







Post collegati